compagnie aeree esterecompagnie aeree italianeCompagnie di navigazione ItalianeCuriositàNOTIZIE UTILI E CURIOSITÀslidervetrinaViaggiare con il cane

Passaporto per cani gatti e…

Listens

Il passaporto per cani, gatti e altri animali è necessario quando si vuole fare un viaggio all’estero con i nostri amicia 4 zampe, scopriamo le regole per ottenerlo.

Il passaporto per cani in Italia è rilasciato dai servizi veterinari dell’azienda sanitaria locale su richiesta del proprietario.

Dal 28 luglio 2022 il documento può essere richiesto anche ai medici veterinari libero professionisti.

In Liguria dal 28 luglio 2022 anche i medici veterinari liberi professionisti, che aderiscono al progetto, possono rilasciare il Pet passport, documento necessario per gli spostamenti all’interno dei Paesi della UE di cani, gatti e furetti.

Il rilascio per i cani è subordinato alla preventiva iscrizione all’anagrafe canina.

Prevede la necessità della identificazione degli animali:

  • tramite un tatuaggio, se apposto prima del 03 luglio 2011
  • tramite un sistema elettronico di identificazione (microchip o trasponditore)
  • con il possesso di uno specifico PASSAPORTO individuale – documento di identificazione dell’animale da compagnia

Il numero del microchip, oppure del tatuaggio, va riportato sul passaporto dell’animale. Inoltre, in applicazione dell’articolo 44 del Regolamento (UE) 576\2013 “Misure transitorie relative ai documenti di identificazione”, il passaporto definito dalla decisione 2003/803/CE, debitamente compilato, è da considerarsi conforme al nuovo Regolamento se rilasciato dal veterinario autorizzato prima del 29 dicembre 2014.

Il passaporto, di forma tipografica standard, redatto in almeno una delle lingue ufficiali dello Stato membro di rilascio e in inglese, sostituisce tutte le altre certificazioni per gli spostamenti all’interno dei Paesi della UE.

Deve contenere:

  • dati anagrafici
  • elenco di tutte le vaccinazioni effettuate dall’animale
  • visite mediche
  • eventuali trattamenti contro l’echinococco multilocularis (soltanto per talune destinazioni).

La vaccinazione per la rabbia è obbligatoria.  La vaccinazione antirabbica può essere considerata valida soltanto dopo che siano trascorsi 21 giorni dalla fine del protocollo di vaccinazione imposto dal fabbricante per la prima vaccinazione.

Il passaporto è rilasciabile solo a partire dall’età di tre mesi compiuti. Questo perchè i cuccioli sotto i tre mesi non possono essere vaccinati contro la rabbia.

In caso di scadenza della vaccinazione, per poter riutilizzare il Passaporto bisognerà attendere che trascorrano 21 giorni dalla nuova vaccinazione antirabbica.

Tuttavia ciascun Paese membro, ai sensi dell’articolo 7 del Regolamento (UE) 576/2013, può autorizzare l’introduzione nel proprio territorio di cuccioli provenienti da altri Paesi membri di età inferiore alle 12 settimane e non vaccinati per la rabbia o che, seppur vaccinati e di età compresa tra le 12 e 16 settimane, non soddisfino ancora le condizioni di validità della vaccinazione.

In questo caso gli animali, se non accompagnati dalla madre da cui sono ancora dipendenti, possono essere introdotti nel Paese che concede tale deroga solo se scortati dalla dichiarazione del proprietario o della persona autorizzata (allegato I, parte 1, del Regolamento UE 577/2013); inoltre nell’attestazione devono essere riportati gli estremi del microchip e il numero del passaporto.Il passaporto deve perciò essere rilasciato ai proprietari dei cani, dei gatti e dei furetti, che ne facciano richiesta, anche in assenza di vaccinazione antirabbica.   
In alcuni Paesi europei, infine, è vietato l’ingresso degli esemplari delle razze canine ritenute pericolose.

Con chi può viaggiare l’animale?

Il proprietario (persona fisica) indicata nel documento

Persona autorizzata dal proprietario tramite documento scritto che lo autorizza a spostarsi per suo conto con l’animale (spostamento NON commerciale)

Variazioni/smarrimento Passaporto

I cambi di proprietà degli animali devono essere registrati sul passaporto dal Servizio Veterinario dell’ASL.

In caso di smarrimento del documento, su richiesta del propietario, verrà fornito un nuovo passaporto

Ti può interessare anche: compagnie aeree che accettano i cani in cabina

Portale salute.gov.it cani gatti

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Ti piace il nostro blog? Condividilo con i tuoi amici! :)